Il museo

Al Sito del Pont du Gard, uno dei più grandi centri di interpretazione sulla Romanità racconta la storia dell'acquedotto romano. Maquette, ricostruzioni virtuali, schermi multimediali e ambienti sonori invitano a scoprire l'antichità romana.

Il museo, moderno e dinamico

Quando, dall'alto dei suoi millenni, il Pont du Gard vi contempla e vi sbalordisce... vi basta percorrere pochi passi, più in giù, sulla riva sinistra, perché il Museo soddisfi la curiosità che suscita in voi questo monumento grandioso. Il visitatore potrà soddisfare la sua sete di conoscenza, nutrendo al tempo stesso il suo gusto estetico, in un vasto spazio multimediale in cui si ritrovano a fianco a fianco ricostruzioni su scala reale e ambienti virtuali. Come una vera e propria passeggiata che ripercorre il tempo e l'acqua che scorre, la visita vi immergerà nel cuore dell'universo lontano dell'antichità romana.

Un tuffo nella storia

A immagine della grande Via Domitia, il percorso tematico si inserisce nel passato grazie ai numerosi schermi multimediali che costellano il tracciato. Immagini, suoni e oggetti si associano come altrettanti testimoni, indispensabili alla ricostituzione storica eccezionale del Pont du Gard.

Tuffatevi nel passato… Nel corso della visita, avrete sempre accesso a ciascuna delle informazioni per condurre le vostre investigazioni al ritmo che vi aggrada. Da una semplice passeggiata di un'ora ad una mezza giornata di immersione completa: godetevi il Museo secondo i vostri desideri!

Una panoramica sul museo (<a  href="http://www.yann-de-fareins.com/" target="blank_">Yann de Fareins</a>)

Una giornata in una città gallo-romana… l’importanza dell'acqua

Con oltre 30.000 m³ disponibili ogni giorno, la città romana poteva alimentare bagni, fontane pubbliche e altri giochi acquatici. Diverse riproduzioni illustrano questi benefici, tra le quali la più impressionante è indubbiamente la maquette di una magnifica domus di 500 m². Potrete osservare come i giardini, le vasche e le sale da bagno si avvalessero già di acqua corrente sotto pressione. 

L’acquedotto… un cantiere colossale

Una mappa luminosa gigante vi permetterà di identificare i principali acquedotti dell'impero romano. 

Il Museo permette di scoprire la costruzione di un'opera d'arte che coniuga arte e tecnica. Scoprite i materiali utilizzati, gli strumenti e tutti i segreti che circondano il cantiere. Tra riflessione, progettazione e tecnica, la riproduzione su scala reale delle cave, del canale e dei due archi del terzo piano del Pont du Gard si presenta come l'elemento più spettacolare di questo spazio tematico.

Uno schermo gigante, che domina la mostra, svela tutto il percorso della canalizzazione idrica. Un documentario filmato a bassa altitudine ripercorre il tracciato dell'acquedotto, dalla sorgente fino al castello d'acqua. 

Il Museo del Pont du Gard (Yann de Fareins)

Il Pont du Gard attraverso i secoli… Immagini e rappresentazioni

Lo sapevate che l'acquedotto ha avuto una seconda vita? Scoprite la storia moderna del Pont du Gard …

  • Nella galleria degli eruditi, ricercatori e storici di ieri e d'oggi confrontano le loro osservazioni.
  • Dal lato della galleria degli ingegneri, la querelle degli antichi e dei moderni prende forma intorno all'Ottocento e verte sulla questione del restauro del canale romano.
  • Nel cuore della galleria degli architetti, la panoramica sulle riparazioni e i restauri realizzati sul Pont du Gard.