Ricordi della Garriga

Ricordi della Garriga (Mémoires de Garrigue) è una mostra a cielo aperto che vi farà viaggiare attraverso la storia dell'agricoltura mediterranea, del territorio e delle vestigia dell'acquedotto romano.

Ricordi della Garriga: una mostra a cielo aperto

Un paesaggio mediterraneo particolare: la Garriga…

Caratteristica delle terre mediterranee della Provenza, la garriga è una formazione vegetale che si stabilisce sui massicci calcarei, su terreni secchi e permeabili. Si tratta di uno stadio intermedio tra la prateria arida e il bosco. La vegetazione che vi si sviluppa ha saputo adattarsi ai periodi di grande siccità estiva, tipici del clima mediterraneo.

Una grande varietà di piante prolifera in questo ambiente e lo arricchisce di colori e profumi.

Percorso Ricordi della Garriga (Yann de Fareins)

Da millenni, l'uomo ha lasciato un'impronta sulla natura mediterranea: i contadini hanno dissodato i campi, tolto le pietre dal suolo, costruito muretti di pietra a secco, coltivato il grano e l'olivo, utilizzato il leccio, portato al pascolo i greggi di pecore. 

Scoprire la garriga: Ricordi della Garriga

Su quindici ettari di parcelle agricole ripristinate, "Ricordi della Garriga" è un circuito di 1,4 km che permette di scoprire il paesaggio del Sud della Francia. 

Una squadra composta da uno scenografo, un paesaggista e una specialista di paesaggi ha cercato di fare rivivere le attività umane che da 2000 anni contribuiscono a modellare il paesaggio.

Lungo il percorso, scoprirete a mano a mano l'agricoltura mediterranea e la sua architettura in pietra a secco (capitelles), la pastorizia, le attività legate al bosco, le piante utili (medicinali, aromatiche). Lungo tutta la visita, inoltre, sono visibili numerose vestigia dell'acquedotto romano, che collegava la città di Uzès a quella di Nîmes.

Un percorso poetico e scientifico

Potrete passeggiare seguendo i vostri desideri attraverso un paesaggio haute couture, che colmerà i vostri sensi di estetica e il vostro spirito di poesia. Il belvedere e la tavola di orientamento vi permetteranno di orientarvi nel sito, in particolare rispetto al Gardon e all'acquedotto romano.

Ricordi della Garriga (<a  href="http://www.yann-de-fareins.com" target="blank_">Yann de Fareins</a>)